La storia di Anna Maria che soffre di cefalea mista da quando ha 14 anni

Migraine Warrior | Anna Maria e la sua cefalea mista

Anna Maria ha 75 anni ed è la suocera di Annalisa che, insieme a Giada, è la mia estetista di fiducia. Soffre di cefalea mista da quando ha 14 anni.
Questa è la sua storia.

Di che tipo di mal di testa soffri?

Soffro di una forma di cefalea mista, quindi emicrania (senza aura) e cefalea tensiva. Ho iniziato a soffrirne quando avevo 14 anni, nel periodo in cui sono arrivate le prime mestruazioni.

Chi ti ha diagnosticato la cefalea mista?

Mi è stata diagnostica da due neurologi qui a Reggio Emilia, prima il dott. Ferrarini e poi il dott. Zucco che erano entrambi responsabili del Centro Cefalee.

Quando hai l’attacco di cefalea come si manifesta il dolore e da che sintomi è accompagnato?

Il dolore è un dolore pulsante; arriva da lontano e poi man mano inizia a crescere di intensità. Insieme al dolore sento sempre un forte senso di agitazione. Soltanto una volta, nel 2002, ho avuto un episodio di aura: in quell’occasione mi hanno ricoverata perché temevano avessi un’ischemia transitoria, ma la TAC risultò negativa. Da allora non ho mai più avuto episodi di aura.

Quanto tempo dura in media un tuo attacco di mal di testa?

Se non prendo farmaci può durare anche tre giorni consecutivi

Quanti giorni di cefalea hai in un mese?

Dipende dai mesi; ci sono periodi in cui ho mal di testa anche tutti i giorni.

Quali medicinali prendi per la cefalea?

Ho provato di tutto.
Ora per gestire gli attacchi prendo Optalidon, Tachicaf e Imigran.

Oltre ai medicinali, cosa ti dà sollievo quando hai mal di testa?

Mi massaggio le tempie oppure faccio impacchi di acqua fredda.
Durante un attacco ho bisogno di silenzio anche se devo evitare di mettermi a riposo; devo continuare a fare qualcosa che mi distragga dal dolore. 

Hai provato terapie alternative alla medicina tradizionale per la cefalea?

Sì, ho provato l’agopuntura.

A livello emotivo, come ti senti e come vivi questa malattia?

(segue una serie di parolacce indirizzate ovviamente alla cefalea)
… dopo tanti anni sono arrivata ad accettare questa malattia e a conviverci anche se continua a farmi arrabbiare perché, ad esempio, ho paura di viaggiare: non mi sento sicura e ogni volta che arriva un attacco mi sento spaesata e agitata.

Per conoscere tutte le storie delle/dei Migraine Warriors, visitate la sezione del sito dedicata a loro: www.leparoledellemicrania.it/migraine-warriors/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *